Linzer Torte Gluten and Sugar Free

linzer8

Ora non si fa altro che parlare per sigle.

GF, SF, CF (casein free), EF (egg free) sono solo le più classiche e meno fantasiose di tutto il novero di quelle simil formule chimiche che popolano il web ed i prodotti sugli scaffali dei supermercati.

Ed io, che pur non ho difficoltà ad andare controcorrente, in questo caso mi adeguo volentieri, perché anche se è vero che queste rispecchiano una moda ed oggi sono un po’ il trend cavalcato per business, io ci credo sul serio.

Per tutto quanto ho imparato e sulla base delle nozioni che costantemente aggiorno, sono veramente convinta che limitare proteine animali, zuccheri (abolendo quelli raffinati) ed in minor misura gli alimenti ricchi di glutine sia un’ottima abitudine di benessere. Un modo consapevole di prendersi cura di sé scegliendo ciò che ci nutre, cura, guarisce e rende straordinariamente felici.

Per me è così, e mica perchè mi voglia atteggiare a capricciosa e modaiola diva snob, ma perché di questi “principi” alimentari e di vita sono profondamente innamorata.

Ci credo davvero e niente di materiale mi rende più felice ed energica di un’alimentazione sana.

Di qualcosa si deve pur morire!” mi sono sentita ripetere più volte al ristorante da commensali golosi.

Ma certo, mica penso che aggiungendo le sigle di cui sopra io possa al tempo stesso addizionarmi dell’immortalità…ma, se permetti, punto a star bene e sentirmi energica e appagata ADESSO per il tempo che mi è dato da vivere e, se posso scegliere, preferisco non morire per una misera creme brulee 😉

Un appunto sulla dicutura “Gluten Free”: non credo che, in assenza di allergie o intolleranze al glutine, sia opportuno eliminarlo completamente, perché non è il Male in persona né il diabolico nemico di salute e forma fisica.

I cereali che lo contengono (per citarne alcuni segale, farro, grani antichi, kamut…) se al loro stato integrale, non possono che nutrirci a regola d’arte, perché sono anche ricchi di proteine, fibre, folati, vitamine del gruppo B, selenio, zinco, ferro e calcio.

Il punto è che, per le abitudini gastronomiche che conosciamo, ci vengono proposti per lo più alimenti a base sempre dello stesso cereale e, per di più, raffinato: il grano Creso, quello della tradizionale farina 00 che si trova ovunque (e che è anche, sostanzialmente, un grano geneticamente modificato…ma di questo vi parlerò in un altro post).

Se iniziamo a considerare tutte le fonti di glutine -e addirittura allo stato risultante dal processo di raffinazione- a cui attingiamo quotidianamente, ahimè, si rischia di stilare una lista degna di un papiro egiziano e se ci mettessimo a contare gli addendi finiremmo per addormentarci al pari del classico metodo del conteggio delle pecore 🙂

Ed il troppo stroppia. Giusto?

La regola, quindi, è quella di variare, variare e variare ancora. Alternare i cereali -sempre integrali, mi raccomando- con glutine a quelli che ne sono privi, come miglio, avena, riso ecc. Sperimentare i grani antichi che, seppur glutinosi, generalmente sono meglio tollerati dall’organismo e dare il via libera ad insalatone, polpette e burger di quinoa ed a zuppe di amaranto con verdure e legumi.

Così facendo si evita il rischio che il fisico raggiunga la soglia di saturazione e sviluppi intolleranze varie e, cosa non da poco, si ottiene un’alimentazione più fantasiosa e creativa. Niente monotonia e tanta ricchezza di ingredienti diversi. Meglio di così!

Bene, in onore delle sigle… ecco per voi ricetta e procedimento della mia Linzer Torte Gluten Free e Sugar Free (come sempre senza zuccheri raffinati e questa volta dolcificata con miele integrale e biologico di millefiori). Una crostatona meravigliosa, alta e friabile, dall’aspetto casalingo in vero stile “Nonna Papera”, rassicurante e decisamente scaccia stress.

Con questa pasta frolla a volte preparo anche i biscotti, perfetti per l’inzuppo e per i dolci al cucchiaio.

Oggi è giovedì. Quando la preparerete? Ma soprattutto: una volta tagliata, in quanti nano secondi la finirete? 😉

linzer3
Linzer Torte GF&SF

Linzer Torte Gluten Free&Sugar Free Però Sano©

(Dosi per uno stampo di diametro di 25 cm circa con i bordi alti)

160g mandorle con la buccia

140g grano saraceno da macinare (o farina già pronta)

300g miglio da macinare (o farina già pronta)

1 cucchiaino di cannella

2 pizzichi di cardamomo in polvere

1 cucchiaino di polvere di arancia bio

2 cucchiaini rasi di bicarbonato

1 cucchiaio di semi di lino frullati (facoltativo, potete anche ometterli)

100g miele integrale e bio di millefiori (quello con la cosistenza solida)

70g olio di riso

120g circa di acqua (ma vedete voi)

composta Sugar Free di amarene, prugne e mela ai semi di chia (qui) o quella che preferite

Frullare grossolanamente le mandorle e mescolarle agli altri ingredienti secchi; aggiungere successivamente il miele, l’olio di riso e l’acqua necessaria ad ottenere un impasto morbidissimo e malleabile.

Per la composta ho utilizzato il procedimento classico che ho già indicato qui e questa volta ho realizzato una versione con amarene, prugne e mela che ci è piaciuta moltissimo. Potete sostituirla con altre tipologie, ma se volete ottenere una vera Linzer Torte optate per amarene e prugne.

Con le mani schiacciare ¾ dell’impasto su fondo e bordo dello stampo antiaderente (se è frastagliato la fetta sarà ancora più bella ma, ovviamente, non è un dettaglio fondamentale) e lasciare piuttosto spesso lo strato di pasta in modo che contenga la farcia senza rischi di cedimento. Farcire con la composta quasi fino all’orlo.

Stendere su una spianatoia tra due fogli di pellicola per alimenti il resto della frolla e ritagliare le strisce per la griglia della crostata. Da ultimo, piegare il bordo della pasta intorno al dito indice per realizzare un contorno a onde.

Cuocere in forno caldo, con modalità ventilata, a 170° per circa 30-40 minuti (i tempi di cottura dipendono dai forni, quindi regolatevi secondo le vostre abitudini). L’aspetto deve essere brunito e la frolla deve risultare ben croccante.

linzer5
Linzer Torte GF&SF…appena sfornata

Come per ogni crostata, soprattutto di discreta altezza, è bene attendere che si sia raffreddata prima di procedere a tagliare le fette; un paio d’ore saranno sufficienti. Resistete, mi raccomando! Inutile dirlo, il giorno seguente sarà ancora più deliziosa.

Che ne dite di questa Linzer Torte con le sigle? Lo so, sono monotona, ma non vi nascondo che noi la adoriamo e ogni volta che la sforno a casa nostra si celebra l’evento come una festa nazionale…siglata con tutti i crismi 🙂

linzer12
Linzer Torte GF&SF
linzer13
…con la lente di ingrandimento…

Buon giovedì a tutti! ❤ Eli

Advertisements

3 thoughts on “Linzer Torte Gluten and Sugar Free

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...