Però Sano-Speciale Natale: Lussekatter Svedesi.

20151209_064056

Fa partire il nastro e lo ascolta con sempre crescente coinvolgimento. Il suo sorriso si allarga, lo sguardo si fa più spensierato ed accenna pure qualche passo di danza.

Una soubrette! La migliore!” mi dice.

Già, peccato che avessi quattro anni e che si trattasse di interpretazioni canore col nasino chiuso da raffreddore negli sfavillanti tempi dell’asilo e che sono state registrate su quelle cassette che l’Avvo adora e che di tanto in tanto ascolta con rapita attenzione. Pare abbiano un immediato effetto sciogli tensione post lavoro e siano miracolosi per il mal di stomaco da stress.

In questi giorni il motivetto che a casa nostra va per la maggiore è senz’altro: “Santa Luuuu, Santa Luuuu, Santa Luuuu, Luuucia… Vieni quiiii, fermati a caaaasaaa miaaaa” (una delle interpretazioni più drammatiche, credo, perché al raffreddore evidentemente si era aggiunta la tosse e forse qualche linea di febbre e la mia vocina non era melodiosa esattamente come quella di un usignolo).

Comunque, ugola d’oro o meno, è anche grazie a questi ricordi che la festa di Santa Lucia ci è entrata nel cuore ed è molto sentita tra le nostre quattro mura. Ci piace ricordarla e celebrarla come da tradizione e così… agli strazianti acuti che imperituri resteranno racchiusi in quei nastri da nascondere tra gli sportelli della libreria e, per l’amore del cielo, occultare ai posteri, abbiamo sostituito il dolce abbraccio delle più famose brioche svedesi, le Lussekatter.

Conosciutissimi, i cosiddetti “Gattini di Santa Lucia” sono quei deliziosi e soffici dolcetti allo zafferano e uvetta con cui la mattina del 13 Dicembre viene dato il buongiorno al capofamiglia e che sono serviti a colazione nelle caldissime case della fredda Svezia; quando la figlia maggiore della famiglia si alza prima dell’alba e si abbiglia con una lunga veste bianca cinta di rosso, adornandosi con una corona di foglie verdi e sette candele accese. Attorno a lei, le sorelline si stringono a simboleggiare le stelle mentre i fratelli seguono il corteo con copricapi di paglia e lunghi bastoni decorati con uguali simboli.

Si tratta di buns (o brioches che dir si voglia) non molto dolci, burrosi, aromatizzati con stimmi di zafferano e arricchiti con uvetta. Una vera coccola caratterizzata dalle forme più disparate che rendono queste delizie dei veri e propri gioielli di pasticceria. Una pasticceria semplice ed oltremodo familiare.

La foggia più classica è la S, quella che anch’io realizzo sempre in questa occasione, ma accanto ad essa se ne trovano tantissime altre; guardate qui, non sono meravigliose?

La mia versione delle Lussekatter è, ovviamente, altrettanto comforting e deliziosa… però sana (via lo zucchero, via la classica farina 00, via le proteine animali). Vi assicuro che vi piacerà e spero possiate apprezzarla tanto quanto l’Avvo e me, che dopo il primo boccone non riusciamo mai a fermarci e più che una semplice colazione facciamo pranzo, merenda e cena…

D’altra parte quando si tratta di festeggiare degnamente Santa Lucia non bisogna mica lesinare. E noi ci atteniamo alle regole.

Buoni preparativi per la festa di Santa Lucia e buonissima colazione! 🙂

Lussekatter Però Sano. Una coccola per S.Lucia.

Ingredienti per 10-12 brioches:

180g farina di farro

120g farina di miglio

12 lievito madre di kamut essiccato (o di farro, se preferite)

80g malto di riso (o miele, anche se è più dolce)

150g latte di soia al naturale + 1 bustina da 0,1g di zafferano in stimmi

100g “maionese” di soia (realizzata con 40 ml latte di soia+80ml olio di riso+1 cucchiaio di succo di limone)

50g cioccolato fondente all’80% a pezzettoni

35g uvetta da ammollare in acqua o rum

Nota: le originali Lussekatter non prevedono i pezzi di cioccolato all’interno dell’impasto, ma sembra che ultimamente l’Avvo non possa farne a meno e così ho fatto questa piccola aggiunta per assicurarmi la promozione gastronomica anche stavolta 🙂

————————————————————-

Preparare la maionese frullando ad immersione il latte di soia con l’olio di riso aggiunto a filo ed il succo di limone. Si formerà una vera e propria “maionese”/”margarina” perfetta per dare la giusta consistenza alle brioches.

Mescolare il lievito alle farine, unire il malto, la maionese, il latte di soia nel quale avrete sciolto lo zafferano ed impastare. Coprire e far lievitare 5-6 ore in luogo caldo e al riparo da correnti d’aria come per ogni impasto lievitato.

Trascorso questo tempo, dividere l’impasto in due parti ed unirvi rispettivamente il cioccolato e l’uvetta ben strizzata dal liquido di ammollo.

Coprire e far lievitare nuovamente 1 oretta circa.

Riprendere gli impasti e formare 5+5 bigoli (o 6+6 se preferite delle brioches più piccoline) della lunghezza di circa 25 cm. Dare la forma ad S e porre un acino di uvetta al centro di ogni ricciolo. Attendere circa 30 minuti, dopo di che spennellare la superficie con la miscela di latte e malto di riso (5-6 cucchiai di latte di soia+1 cucchiaino di malto di riso) e cuocere in forno caldo a 180° a modalità statica per circa 20 minuti.

Appena sfornate, provvedere nuovamente a spennellare la glassa sulla superficie. Trasferire su una gratella da pasticceria posta sopra un grande telo pulito, ripiegandolo sulle Lussekatter in modo da avere un raffreddamento molto graduale che le manterrà soffici evitando di farle seccare.

20151208_164609
Lussekatter Però Sano appena sfornate e spennellate con la glassa

Sono eccezionali. Si conservano chiuse in una scatola di latta o in un piatto coperto con pellicola trasparente per conservarne la morbidezza. Sono perfettamente congelabili e mantengono aroma, fragranza e consistenza soffice assolutamente inalterate.

20151208_205400

Allora ditemi un po’: riuscite ad attendere la colazioni di domani mattina o state programmando un festeggiamento anticipato della vostra, ormai preferita tra tutte le “colleghe”, Santa Lucia? 🙂

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...