My indulgent breakfast. Veg Gauffres al malto di riso

gauffres

Il buongiorno, miei cari,
oggi ho pensato di darvelo così… Con un’idea golosa per la vostra colazione e che mi riporta con mente e cuore alla mia, alla nostra amata Bruxelles…dove nel 2003 ho assaggiato per la prima volta i Gauffres e me ne sono innamorata.

In nome dell’affetto che nutro per questa città, per la sua gente e le sue tradizioni, ecco per voi la colazione che ci siamo gustati in un abbraccio di ricordi e la tenerezza di quella riscaldante semplicità di cui parlo sempre.
Già vi ho informati del divertimento dell’Avvo e mio di trasporre usanze e abitudini di altri paesi all’interno della nostra quotidianità, con gli adattamenti e le modifiche necessarie a renderli ancora più di nostro dosso e, pertanto, oggi che è la vigilia del Thanksgiving Day satunitense vi offro un’idea per il vostro risveglio di domani mattina.
Che sarà very indulgent… però sano, ovvio.
I waffles americani sono famosi e conosciuti ma visto che li ho scoperti a Bruxelles e a lei mi sento particolarmente vicina, quello di oggi sarà un post “fusion”, diciamo così.
I gauffres belgi (perché quelli con questa forma tondo-ovaleggiante sono chiamati “Gauffres di Liegi” mentre quelli denominati “di Bruxelles” hanno l’aspetto rettangolare analogo alle famose cialde degli Stati Uniti) per la colazione del giorno del ringraziamento americano.
Niente fronzoli, niente frosting particolari né aggiunte di frutta, creme o altro.
In purezza e semplicità.
E se fate i bravi prestissimo vi fornirò un’altra idea da gustare domani, se anche voi amate far festa nella tipica ricorrenza che in queste ore (fuso orario permettendo) le massaie statunitensi stanno attendendo con ferventi preparativi.

Appunti sulla ricetta: indispensabile possedere il ferro o cialdiera a buchi profondi, perché i Gauffres devono essere alti e, pur croccanti esternamente, mantenere una consistenza morbida al loro interno. Non sono wafer e non devono essere secchi.
Quelli originali sono una delle mie prelibatezze preferite ma tra gli ingredienti comprendono latte vaccino, uova, burro, zucchero, farina 00… insomma, i miei nemici 🙂
Qui li trovate senza proteine animali e senza zucchero raffinato. Solo un filo di malto di riso a conferire una dolcezza delicata che, per chi è amante dei gusti naturali, è perfetta. Ma non omettete di versarne un pochino anche sulla superficie, fidatevi.
Ne sto elaborando anche una versione senza glutine e con qualche variante per accontentare proprio tutti. Datemi il tempo di fare un esperimento e, se sarà approvato, prossimamente ne condividerò la ricetta. Quindi… stay tuned… ma per il momento godetevi questa coccola…

Per 3 gauffres:
120g farina di kamut
1 cucchiaino di polvere lievitante biologica
35g malto di riso + 1 cucchiaino da versare sulla superficie dopo la cottura
120g latte di mandorla o latro latte vegetale

Mescolare insieme gli ingredienti per ottenere una pastella fluida ma piuttosto appiccicosa. Versarne un paio di cucchiai colmi all’interno dell’apposita piastra ben scaldata, chiuderla e far cuocere per circa 3 minuti. Quando avranno assunto un colorito biondo-brunito saranno pronti. Versare il malto in superficie e servire caldi.
Certo, si possono preparare il giorno prima e procedere a scaldarli alla mattina, ma sapete cosa vi consiglio? Correte a cercare la piastra (se vi servono indicazioni sulla marca che ho io scrivetemi e vi fornirò ogni dettaglio) e preparate la pastella questa sera. Conservatela in frigorifero e domattina procedete con la cottura. Meglio di così!
E se volete proprio esagerare presentate i vostri gauffres con un paio di cucchiai di yogurt vegetale e frutti di bosco, una spolverata di cocco rapè e qualche mandorla tostata e sbriciolata. Oppure con dadini di mele cotte, cannella e noci tostate. Divino.

Buona giornata e… appuntamento a presto con altre idee per prepararsi alla festa di domani. Ma lasciamo stare i tacchini dove sono… :-*

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...