Fagottini rustici Gluten&Sugar Free alle prugne. Ed evviva l’autunno!

12079603_1503981956578852_2784493844941740502_n

Cielo grigio. Foschia al limite della nebbia. Clima umido e aria frizzantina.
Gli ingredienti giusti per accendere le candele profumate e godersi il sole dentro casa. Mi correggo: ingredienti che giustificano la presenza di mille fiammelle ardenti che rendono la mia cucina uno pseudo reliquiario di culto ed essendo ottobre possono anche avere un loro perchè.
Sono innamorata e profondamente affascinata dall’alternarsi delle stagioni e dalle note tipiche di ognuna di esse, mi sento così fortunata per poterle vivere e assaporare nella loro pienezza che mi scalda il cuore e mi fa pulsare di vita e gioia. Una gioia in bilico tra il pacato e l’euforico che non saprei definire con precisione ma che di certo ha qualcosa a che fare con il raggiungimento di quella felicità quasi atarassica della filosofia.
Chiedo venia per questo preambolo melenso e modifico il registro per non annoiarvi con la lettura radiografica delle mie emozioni ma, diciamo così, è stato giusto per farvi entrare nel mio mood stagionale e non farmi apparire troppo strana (o più strana del solito, o della media…) se anche il tempo bigio mi fa sorridere da dentro a fuori.
Soprattutto se insieme a questo posso accendere il forno. Già… e quando mai è stato spento? Come scritto nel mio libro, penso che le compagnie di energia elettrica non abbiano mai caldeggiato tanto l’importanza della cucina e dell’alimentazione salutare da quando, diversi anni fa, mi sono lanciata ed ho scoperto la mia grande passione, dando un sensibile contribuito all’aumento dei loro già ingenti introiti. Ma cosa volete farci, in fondo sono una persona generosa. Che prima o poi dormirà sul lastrico della strada, ma i buoni sentimenti prima di tutto 🙂
Bene, diciamo che non c’è un piatto in particolare che mi faccia sentire il calore di casa, visto che un po’ tutto mi regala questa emozione perché preparato con cura e amore, ma sicuramente dei dolcetti per la colazione si collocano ai primi posti della mia hit list.
Dolcetti naturali, non troppo dolci e buoni come non mai. Il mio palato si è ormai abituato ad un grado di dolcezza equilibrato, non paragonabile al gusto artificiale e stomachevole dei dolci industriali che ci sono offerti da ogni dove e che fanno solo male.
E queste frolle che ho ideato, dolcificate naturalmente dal cocco e dalla composta di prugne senza zuccheri aggiunti e pure gluten free sono esattamente quello che in questo periodo il mio gusto apprezza di più. E non solo il MIO gusto… Pure quello del, sempre MIO, Avvo. Che li adora.
Fateli e rifateli. Godeteveli a colazione con una tazza di latte di mandorla, come merenda insieme al vostro infuso preferito o come dolcino post cenetta. Vi sentirete appagati e, no, ve lo garantisco, non ingrasserete. L’unico senso di colpa dipenderà dal non averne sfornata una teglia in più. Cosa aspettate? Pronti ad accendere forno e candele?

Ingredienti
100 g cocco rapè (cocco in scagliette)
100 g farina di miglio
70 g farina di grano saraceno
1 cucchiaino di bicarbonato
30 g di olio di riso
90 g di acqua
1 cucchiaio di semi di chia+3 cucchiai d’acqua
composta di prugne homemade senza zucchero (100% frutta)

Per prima cosa mescolare in una ciotolina i semi di chia con l’acqua e lasciar riposare qualche minuto. Si formerà una sorta di gel che fungerà da ottimo legante per la frolla che, essendo senza glutine, sarebbe arduo lavorare.
Impastare velocemente gli ingredienti seguendo l’ordine della lista e tirare la frolla col mattarello tra due fogli di pellicola per evitare il tanto odioso quanto temuto “momento paciugo” sul tagliere 🙂
Stenderla a forma rettangolare e spalmarvi sopra qualche cucchiaio di composta di prugne fatta in casa -sì, posterò la ricetta anche del mio metodo per realizzarla. E’ semplicissimo e a prova di imbranati, garantisco.
Arrotolare il rettangolo dal lato lungo, tagliare 7-8 tronchetti e disporli sulla griglia ricoperta di carta da forno. Cuocere in forno caldo a 180° con modalità ventilata per circa 35 minuti.
Sono croccanti, friabili, profumati e sanno di casa più che mai. Pronta la vostra merenda della domenica pomeriggio. Super appaganti… però sani!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...